Articoli

6 consigli per tenersi stretti gli amici

Fonte MGS Triveneto, di Fanny Leroux del 20 giugno 2018

Alcune amicizie diventano così profonde che di quegli amici si dice anche che sono la nostra seconda famiglia. Ma che trucchetti possiamo attuare per instaurare amicizie durature?

Che ciò avvenga attorno alla condivisione di un passatempo, di una passione, di una attività, di un impegno associativo, di una collaborazione professionale o scolastica, di conoscenze comuni… Continua a leggere

Tim Cook: “Passiamo troppo tempo sull’iPhone”

Fonte, La Stampa, Bruno Ruffilli, 28/06/2018

201Il Ceo di Apple affronta il tema della dipendenza da smartphone: in iOS 12 sarà incluso un sistema per capire se stiamo usando in maniera eccessiva i nostri apparecchi. Ma anche Google, Facebook, Instagram e YouTube pensano a soluzioni simili

Dentro lo smartphone c’è tutta la nostra vita digitale: foto, video, canzoni, appunti, contatti. C’è la carta Continua a leggere

Generazione Z. Guardare il mondo con fiducia e speranza

Curatore: P. Bignardi, E. Marta, S. Alfieri

Editore: Vita e Pensiero

Anno edizione: 2018

In commercio dal: 26/04/2018

Pagine: 178, Brossura

Descrizione

Spesso definita dagli adulti in termini ‘deprivativi’ (gli adolescenti ‘che non’) o negativi (bulli, inattivi, prepotenti ecc.), questa generazione di adolescenti sembra mancare di risorse e competenze. Continua a leggere

L’arte di educare: Come connettersi con un figlio adolescente

Pino Pellegrino – Bollettino Salesiano

Il problema c’è. L’adolescenza è il periodo che esige un supplemento pedagogico e, nello stesso tempo, è il periodo della massima opposizione del figlio ad ogni nostra proposta. Connettersi con i ragazzi adolescenti è un’impresa!

Un rebus con la soluzione

«Proprio ora, quando avrebbe bisogno d’essere aiutato, disprezza e rigetta con spavalderia ogni nostra parola, anche quella che ci sembra la più ovvia e la più giusta!»  Continua a leggere

L’arte di educare: Perché difendiamo la famiglia

(Pino Pellegrino, Bollettino Salesiano)

Forse mai come oggi la famiglia è stata così tanto assediata, così tanto bersagliata. Eppure noi ci collochiamo dalla parte di coloro che la difendono. Pensiamo di avere tutte le carte in regola per giustificare tale scelta.

Difendiamo la famiglia perché è l’anticamera di tutto: il luogo primario della nostra umanizzazione. È nella famiglia che si impara il primo alfabeto della vita!

Se le prime esperienze sono positive, avremo quella fiducia di fondo (ritenuta fondamentale dallo psicanalista statunitense Erik Erikson, 1902-1994) che porteremo sempre con noi; se saranno esperienze negative, ne risentiremo per la vita intera.  Continua a leggere

L’arte di educare: I genitori servono ancora?

(Pino Pellegrino, Bollettino Salesiano)

Le dotazioni native e le influenze ambientali hanno il loro peso ma, fino ad oggi, non si è ancora trovata altra strategia migliore per educare un uomo che quella di una coppia di bravi genitori.

Da qualche anno è in circolazione un libro della psicologa Judith Rich Harris: “Non è colpa dei genitori” che sembra fatto apposta per far discutere. Continua a leggere

Giornata nazionale dei disturbi alimentari

Un’attività in classe per conoscere meglio uno dei problemi che possono colpire gli adolescenti.

Questo è un argomento serio: infatti sono delle malattie che possono portare anche alla morte. La prof.ssa Elena Mozetic con la 2C ha voluto parlare nelle sue classi della Giornata Nazionale del fiocchetto lilla contro i disturbi alimentari legati al comportamento alimentare. Continua a leggere

L’arte di educare: famiglia: realtà che conta

(Pino Pellegrino. Bollettino Salesiano)

Gli anni passati in famiglia sono gli anni delle radici, gli anni che hanno il futuro in tasca.

“Ciò che Pierino non impara, Pietro non lo imparerà mai!”.

Lo sapevate che il 50% dello sviluppo dell’intelligenza del bambino si verifica tra il concepimento ed i quattro anni di età circa il 30% tra i quattro e gli otto anni, il 20% tra gli otto ed i diciassette Continua a leggere

Galimberti: ci vogliono docenti affascinanti. Espellere genitori da scuola, interessati solo a promozione

Fonte orizzontescuola.it (clicca per leggere l’articolo nel sito), di Vincenzo Brancatisano, 10 marzo 2018

“I genitori devono difendere sempre gli insegnanti altrimenti minano la sfera dell’affettività e dunque la crescita dei loro figli. Alle maestre occorrerebbe dare lo stipendio dei professori universitari perché fanno un lavoro pazzesco. Occorrono insegnanti affascinanti ma oggi il ragazzo si deve ritenere fortunato se su nove docenti ne ha due carismatici”. Intervento del professor Umberto Galimberti.

Continua a leggere

L’arte di educare: In principio c’era la mamma

(Pino Pellegrino, Bollettino Salesiano)

La mamma è il numero uno che, messo davanti, dà valore anche agli zero che altrimenti resterebbero zero.

Ancor oggi la madre resta decisiva per l’apprendimento della grammatica della vita per ogni uomo che approda sul pianeta. Il primo capitolo della biografia di ognuno potrebbe essere intitolato come lo scrittore danese Giovanni Joergensen intitolò il capitolo iniziale della vita di don Bosco “In principio c’era la mamma”: la mamma Margherita.  Continua a leggere