Un uomo dalle mille risorse. Sempre impegnato a progettare, proporre, promuovere, lanciare nuovi progetti e sperimentazioni. Spesso in viaggio per scoprire le scuole più all’avanguardia, in modo da aiutare il nostro Don Bosco a crescere sempre più. Avete capito di chi stiamo parlando

Nonostante i mille impegni, il nostro preside ha sempre un momento per incontrare i docenti e i ragazzi della scuola. Anche le nostre bloggers sono state accolte nel suo ufficio e hanno raccolto qualche parola e curiosità sulla sua lunga esperienza al Don Bosco.

1. Da quanti anni è qui?

Sono qui da ben 23 anni.

2. Le piace fare il preside?

A dire il vero, mi piace di più andare in giro, per esempio in bicicletta, oppure prendere un gelato, andare in montagna….

3. Da quanti anni fa il preside?

Da soli 3 anni.

4. Le piace questa scuola?

Questa è la migliore scuola che io abbia mai frequentato

5. Le piacciono i ragazzi?

Si, soprattutto i ragazzi e le ragazze più monelle.

6. Si è particolarmente affezionato a qualche ragazzo?

Mi sono affezionato “particolarmente” a quelli più vivaci, quelli che prendono più note.

7. Cosa insegnava?

Insegnavo diritto civile.

8. Pensa che questi ragazzi siano educati con lei?

Si, anche perchè io vedo sempre quelli più bravi, quelli più educati.

9. Le è piaciuta questa intervista?

Si, molto, soprattutto perchè mi hanno intervistato Ginevra e Martina, Le migliori intervistatrici che abbia mai sentito.

Il preside, cattivissimo e spietato che credevamo esistesse, non c’è, c’è una persona umilissima, che, come tutti gli insegnanti, ama i ragazzi e pensa a loro tutti i giorni e, anche se a volte abbiamo paura di lui o di finire in presidenza, non dobbiamo essere terrorizzati, perché, come il preside ha detto il primo giorno di scuola, da lui si va solo per cose belle, per imparare a crescere.

Per questo lo dobbiamo ringraziare per tutto quello che fa per noi tutti i giorni.