Alcuni utili consigli per genitori, insegnanti, educatori…

Studiare non è naturale per tutti. Specialmente quando si è in tenera età.
Quindi, potrebbe essere necessario insegnare ai vostri figli le competenze organizzative per studiare e conservare le informazioni di cui avranno bisogno nella loro vita scolastica. Bisognerà educare i ragazzi allo studio ed a prepararsi per i test di studio che dovranno affrontare.Tornate un attimo indietro a quando eravate dei piccoli studenti: qualcuno vi ha mai insegnato come si doveva studiare? Un adulto può dire e ridire ai bambini di studiare, ma fino a quando non capiranno come e perchè si dovrebbe studiare, questi sforzi potrebbero rivelarsi inutili! Tutti vorrebbero che i propri figli ottengano dei buoni voti a scuola ma, ancora più importante, è che imparare ciò che studiano.

Ecco come insegnare loro a studiare e ad imparare qualcosa allo stesso tempo:

1) Imparare a fare i compiti giorno per giorno: insegnate ai ragazzi ad imparare quello che devono studiare ogni giorno. Ciò insegnerà loro a non procrastinare il lavoro.

2) Insegnate a prendere appunti: insegnate ai ragazzi ad “andare oltre” il libro di testo principale. Quanto più si ricorda ogni giorno, tanto più facile diventerà studiare. Se si prendono appunti e si riguardano i punti fondamentali tutti i giorni, lo studio diventerà più facile e produttivo.

3) Fate sì che studi frequentemente con un altro ragazzo: incoraggiare un bambino a formare un gruppo di studio, potrà essere molto utile per il suo futuro scolastico. Specialmente se l’apprendimento viene svolto sotto forma di gioco: in questo modo per loro sarà più semplice imparare una cosa a memoria. Impareranno inoltre che quando arriverà il momento di fare un test, non dovranno studiare molto, perché avranno studiato per tutto il tempo senza nemmeno rendersene conto!

4) Trovate dei giochi per computer che aiutino a stimolare e migliorare la memoria del bambino. Ciò non può che essere un valido aiuto quando arriverà il momento di studiare in futuro per delle prove più “serie” ed impegnative. Ricordate che momoria e studiare vanno di paro passo.

5) Fate studiare il ragazzo in uno spazio tranquillo. Studiare davanti alla televisione o al tavolo da pranzo non è conveniente! Il bambino deve “immagazzinare” una grande quantità di informazioni e quindi lo studio dovrà essere libero da distrazioni e rumori vari. In questo modo ,sarà in grado di concentrarsi meglio e memorizzare meglio le informazioni. Sviluppare questa abitudine così presto, gli sarà molto utile in futuro, specialmente all’università.

6) Trovate il tempo di rivedere la lezione insieme. Un ragazzo può leggere e rileggere la lezione tante volte, ma apprenderà meglio se sarà supportato da un adulto. Fategli domande e aiutatelo in ogni modo possibile. La partecipazione attiva di dover rispondere a domande lo aiuterà a ricordare le informazioni importanti e a responsabilizzarlo.

7) Rendete l’apprendimento divertente! A nessun ragazzo piace studiare, ma sicuramente non deve mai pensare che questo lavoro sia orribile! Quando vi trovate davanti ad un ragazzo un pò svogliato, potete sviluppare la sua capacità di memorizzazione attraverso dei giochi di parole. Quando avrà svolto il suo lavoro, promettetegli una ricompensa se lo avrà svolto bene! In questo modo imparerà divertendosi e per lui lo studio non diventerà più noioso!

Ultimi consigli

  • Incoraggiatelo. Se il ragazzo non sembra cogliere le informazioni subito, va bene lo stesso. Incoraggiatelo e rivedete la lezione insieme a lui. E lodatelo quando farà bene i compiti. Aiutatelo a conquistare la fiducia di cui avrà bisogno.
  • Siate fermi sullo sviluppo di buone abitudini di studio. Assicuratevi che impari subito delle buone abitudini di studio in modo che sappia “tenere il passo” anche quando non sarete lì a ricordarglielo.
  • Ricordate che tutto ciò che può contribuire a migliorare la memoria lo aiuterà a studiare meglio!
  • I giochi sono sempre un ottimo modo per aiutare nello studio.