Articoli

Il cieco e la primavera

Quaresima: tempo di conversione. Un tempo per cambiare strategia.

Quante volte siamo perdenti perché continuiamo a ripetere gli stessi riti e gli stessi peccati e ci lamentiamo che non cambia mai niente mentre basterebbe semplicemente che noi adottassimo un’altra strategia e…

Un giorno un uomo non vedente stava seduto sui gradini di un edificio con un cappello ai suoi piedi e un cartello recante la scritta: “Sono cieco, aiutatemi per favore”. Continua a leggere

Il Falco pigro

Quaresima: tempo di spiccare il volo!

Don Bosco diceva ai suoi ragazzi: “Se non hai un amico che ti corregga i difetti, paga un nemico perché lo faccia!”.

Frasi aiutare è un’arte. A volte è l’unico modo per scoprire che si possiedono le ali!

Un grande re ricevette in omaggio due pulcini di falco e si affrettò a consegnarli al Maestro di Falconeria perché li addestrasse. Dopo qualche mese, il maestro comunicò al re che uno dei due falchi era perfettamente addestrato. “E l’altro?” chiese il re. Continua a leggere

Voi siete il sale!

QUARESIMA: un tempo per “convertirci e credere al Vangelo”.
“Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente”
(Mt 5,13)

C’era una volta un re che rispondeva al nobile nome di Enrico il Saggio. Aveva tre figlie che si chiamavano Alba, Bettina e Carlotta. In segreto, il re preferiva Carlotta. Tuttavia, dovendo designare una sola di esse per la successione al trono, le fece chiamare tutte e tre e domandò loro: “Mie care figlie, come mi amate?”. Continua a leggere

Sapete come sono nati i deserti?

Quaresima: tempo di conversione.

Tempo di cambiare direzione alla propria vita, di vivere diversamente.

Tempo di mettere in pratica gli insegnamenti che Gesù ha lasciato agli uomini.

Insegnamenti destinati a tutti quegli uomini che desiderano far “rifiorire la loro vita”, fermando tutti i deserti…

Sapete come sono nati i deserti? Che ci crediate o no, tanto tempo fa, la terra intera era verde e fresca come una foglia appena spuntata: mille ruscelli correvano tra l’erba, e aranci, mandorle, ciliegie, datteri e melograni crescevano insieme sullo stesso ramo; il leone giocava con l’agnello e le tribù degli uomini vivevano in pace e non sapevano cosa fosse il male. Continua a leggere

Gesù risorge anche oggi

Credevo che avessero ucciso Gesù,

e oggi l’ho visto dare un bacio a un lebbroso.

Credevo che avessero cancellato il suo nome e oggi l’ho sentito sulle labbra di un bambino.

Credevo che avessero crocefisso le sue mani pietose, e oggi l’ho visto medicare una ferita.

Credevo che avessero trafitto i suoi piedi, e oggi l’ho visto camminare sulle strade dei poveri.

Credevo che l’avessero ammazzato una seconda volta con le bombe, e oggi l’ho sentito parlare di pace.

Credevo che avessero soffocato la sua voce fraterna, e oggi l’ho sentito dire: “Perché, fratello?” a uno che picchiava.

Credevo che Gesù fosse morto nel cuore degli uomini e seppellito nella dimenticanza, ma ho capito che Gesù risorge anche oggi ogni volta che un uomo ha pietà di un altro uomo.

( L. Cammaroto)

Sette “gradini” da scalare durante la Quaresima

Di Gelsomino Del Guercio

Un percorso che vi consigliamo per praticare concretamente la Misericordia…

Papa Francesco ci ricorda in continuazione di essere misericordiosi. E allora ecco un percorso, formato da sette “tappe”, che durante il tempo di Quaresima può aiutare ognuno di noi ad avvicinarci ad una Misericordia vissuta con gesti concreti.

Fratel Michael Davide Semeraro, monaco benedettino che vive in semi-eremitaggio sulle montagne della Val d’Aosta, nel suo libro “Quaresima. Un’occasione da non perdere” (edizioni San Paolo) racconta i segreti di questi “Sette gradini dell’amore”. Continua a leggere

Messaggio del Santo Padre Francesco – Quaresima 2016

“Misericordia io voglio e non sacrifici” (Mt 9,13).
Le opere di misericordia nel cammino giubilare

  1. Maria, icona di una Chiesa che evangelizza perché evangelizzata

Nella Bolla d’indizione del Giubileo ho rivolto l’invito affinché «la Quaresima di quest’anno giubilare sia vissuta più intensamente come momento forte per celebrare e sperimentare la misericordia di Dio» (Misericordiae Vultus, 17). Con il richiamo all’ascolto della Parola di Dio ed all’iniziativa «24 ore per il Signore» ho voluto sottolineare il primato dell’ascolto orante della Parola, in specie Continua a leggere