Articoli

Questo amore

Questo amore

Cosi violento

Cosi fragile

Cosi tenero Continua a leggere

Carota, uova e caffè

Quaresima: un’occasione per crescere. Non scoraggiarti nel portare la tua croce!

Non permettere alle piccole crisi di fermare il tuo cammino.

La crisi, ogni crisi è un’occasione per un salto di qualità verso la risurrezione!

Una ragazza andò dalla madre per lamentarsi della sua vita. Si sentiva sfiduciata, quando risolveva un problema se ne presentava subito un altro ed era stanca di lottare, tanto che credeva di darsi Continua a leggere

Vivi con gioia la Pasqua di Cristo morto e risorto per noi

La Pasqua è un annuncio di vita

Non cercate tra i morti colui che è vivo dicono gli angeli alle tre donne che, con amore, cercano il corpo di Gesù.

Gesù è vivo. Gesù è la Vita che esplode nella risurrezione e invade il mondo, penetra i nostri cuori, rimuove la pietra che tentava di chiuderci in una disperata esperienza di morte, ci rigenera ad una vita che non terminerà mai più, riaccende la speranza del trionfo dell’amore sull’odio, della comunione sulla divisione, perchè tutti gli uomini possano rivolgersi a Dio chiamandolo Padre.

La Pasqua è salvezza per tutti

«Gesù Cristo si è sacrificato per farci avere il perdono dei nostri peccati, e non soltanto dei nostri, ma di quelli del mondo intero». (1Gv 2,2)

La Pasqua supera ogni barriera di razza, di lingua, di cultura raccogliendo in un unico abbraccio tutti i popoli chiamati a formare, con le loro ricche differenze, l’unico corpo in cui Cristo è il capo e noi le membra, Lui lo sposo e noi la sposa. Questo è il messaggio che deve infiammare i nostri cuori e diventare concreta proposta di annuncio: è la buona novella che dobbiamo far arrivare ad ogni creatura, è il Vangelo che dobbiamo annunciare con la vita.

La Pasqua è missione

Ci invia, come gli apostoli, ad evangelizzare tutte le genti: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura» (Mc 16,15). La buona notizia che Dio è un Padre innamorato di noi sue creature, che è Fratello che si immola sulla croce per comunicarci la sua vita, che è Spirito d’Amore che ci trasforma progressivamente fino a diventare figli nel Figlio, è destinata all’umanità di tutti i tempi e di tutti i continenti.

La Pasqua è solidarietà concreta

«Cristo ha dato la sua vita per noi. Anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli». (1 Gv 3,16) È il nostro modo nuovo di vivere, di amare, di perdonare, di essere solidali, che deve riaccendere la speranza nel cuore delle persone che avviciniamo. (d F.C.)

In particolare sosteniamo le iniziative dei vari movimenti ecclesiali del territorio (Casa Piccolo Bartolomeo, Società Sant’Egidio, Caritas…) e poi la nostra exallieva Anna Barattini che con don Alessandro e altri giovani andrà un mese in Ghana in una missione salesiana per animare l’estate di quei ragazzi meno fortunati dei nostri.

Don Giuliano

La Rosa

Quaresima: tempo di primavera.

Insieme alla natura si risveglia la vita interiore.

Incontrarsi per risorgere e aiutare a risorgere!

Il poeta tedesco Rilke abitò per un certo periodo a Parigi. Per andare all’Università percorreva ogni giorno, in compagnia di una sua amica francese, una strada molto frequentata. Continua a leggere

APRILE: risurrezione!

Cari genitori,

trovo molto illuminante la frase riportata dall’evangelista Luca che dice ai discepoli stupiti davanti al sepolcro vuoto alla mattina di Pasqua: “Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risorto”. È un grido di vittoria: è vivo, è risorto! È il trionfo sull’enigma dell’uomo, la morte. È la forza della nostra fede. San Paolo, nella lettera ai cristiani di Corinto, dice: “Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede”. Continua a leggere

Il cieco e la primavera

Quaresima: tempo di conversione. Un tempo per cambiare strategia.

Quante volte siamo perdenti perché continuiamo a ripetere gli stessi riti e gli stessi peccati e ci lamentiamo che non cambia mai niente mentre basterebbe semplicemente che noi adottassimo un’altra strategia e…

Un giorno un uomo non vedente stava seduto sui gradini di un edificio con un cappello ai suoi piedi e un cartello recante la scritta: “Sono cieco, aiutatemi per favore”. Continua a leggere

Il Falco pigro

Quaresima: tempo di spiccare il volo!

Don Bosco diceva ai suoi ragazzi: “Se non hai un amico che ti corregga i difetti, paga un nemico perché lo faccia!”.

Frasi aiutare è un’arte. A volte è l’unico modo per scoprire che si possiedono le ali!

Un grande re ricevette in omaggio due pulcini di falco e si affrettò a consegnarli al Maestro di Falconeria perché li addestrasse. Dopo qualche mese, il maestro comunicò al re che uno dei due falchi era perfettamente addestrato. “E l’altro?” chiese il re. Continua a leggere

Voi siete il sale!

QUARESIMA: un tempo per “convertirci e credere al Vangelo”.
“Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente”
(Mt 5,13)

C’era una volta un re che rispondeva al nobile nome di Enrico il Saggio. Aveva tre figlie che si chiamavano Alba, Bettina e Carlotta. In segreto, il re preferiva Carlotta. Tuttavia, dovendo designare una sola di esse per la successione al trono, le fece chiamare tutte e tre e domandò loro: “Mie care figlie, come mi amate?”. Continua a leggere

Sapete come sono nati i deserti?

Quaresima: tempo di conversione.

Tempo di cambiare direzione alla propria vita, di vivere diversamente.

Tempo di mettere in pratica gli insegnamenti che Gesù ha lasciato agli uomini.

Insegnamenti destinati a tutti quegli uomini che desiderano far “rifiorire la loro vita”, fermando tutti i deserti…

Sapete come sono nati i deserti? Che ci crediate o no, tanto tempo fa, la terra intera era verde e fresca come una foglia appena spuntata: mille ruscelli correvano tra l’erba, e aranci, mandorle, ciliegie, datteri e melograni crescevano insieme sullo stesso ramo; il leone giocava con l’agnello e le tribù degli uomini vivevano in pace e non sapevano cosa fosse il male. Continua a leggere

Gesù risorge anche oggi

Credevo che avessero ucciso Gesù,

e oggi l’ho visto dare un bacio a un lebbroso.

Credevo che avessero cancellato il suo nome e oggi l’ho sentito sulle labbra di un bambino.

Credevo che avessero crocefisso le sue mani pietose, e oggi l’ho visto medicare una ferita.

Credevo che avessero trafitto i suoi piedi, e oggi l’ho visto camminare sulle strade dei poveri.

Credevo che l’avessero ammazzato una seconda volta con le bombe, e oggi l’ho sentito parlare di pace.

Credevo che avessero soffocato la sua voce fraterna, e oggi l’ho sentito dire: “Perché, fratello?” a uno che picchiava.

Credevo che Gesù fosse morto nel cuore degli uomini e seppellito nella dimenticanza, ma ho capito che Gesù risorge anche oggi ogni volta che un uomo ha pietà di un altro uomo.

( L. Cammaroto)