Venerdì 8 dicembre del 2017 c’è stata la colazione in compagnia dell’Immacolata. Vediamo com’è andata

Venerdì 8 dicembre del 2017 a scuola c’è stato un momento di condivisione chiamato: ”Colazione in compagnia”.

Il ritrovo era previsto verso le ore 9 di mattina circa. Dopo essere arrivati, i ragazzi chiamati dagli animatori e dai professori sono stati accompagnati in sala studio dei licei per iniziare la colazione. Dopo essere entrati e seduti, ci hanno parlato del motivo per cui esiste la festa dell’Immacolata e abbiamo pregato con tre Ave Maria. Subito abbiamo iniziato la colazione, a base di pane con la Nutella, pane all’uva e girelle al cioccolato.

Dopo aver finito di mangiare gli animatori hanno preparato per noi giochi a stand.

Gli stand sono stati diversi:

  • “Lancio degli anelli”: questo gioco non era abbastanza facile da fare perché bisognava lanciare due dischi di Hula-Hop e centrare il buco del palo rialzato che era in mezzo ad una sedia; la difficoltà era trovare l’equilibrio per trovare il baricentro perfetto per prendere il palo.
  • “Palla in scatola“: bisognava far rotolare una pallina su una pedana rialzata e farla entrare dentro ad una piccola scatoletta.
  • “Palla in buca”: era un gioco dove bisognava giocare in due e l’obiettivo era prendere dei piccoli buchi con scritti dei punteggi di 10, dove il buco era più grande, 20, solo un po’ più piccolo  del 10, 30, dove la sfida diventava più difficile, 50, dove era quasi impossibile prenderlo. Ce n’era pure uno dove la pallina si incastrava.
  • “Il gioco dei bicchieri”: era un gioco dove si giocava uno contro uno e l’obiettivo era di fare una piramide di bicchieri e poi rimetterla a posto
  • “Palla nel bicchiere”: questo era un gioco abbastanza complicato da eseguire perché bisognava lanciare una pallina da Ping-Pong dentro ad un piccolo bicchiere di plastica
  • “L’abbatti birilli”: questo gioco si giocava in due, uno contro l’altro, il gioco consisteva nell’abbattere dei birilli tirando con delle piccole palline fatte di spugna nel minor tempo possibile.

Finiti questi fantastici giochi, abbiamo iniziato la messa dell’Immacolata, insieme a Don Stefano, venuto direttamente da Torino, da Colle Don Bosco.

Durante la Santa Messa è stato presentato il presepe luminoso artistico fatto dai lavoratori che lavorano ogni giorno in questa fantastica scuola.