Un nuovo percorso ideato dai professori che ha già coinvolto gli studenti rendendoli più uniti e felici di partecipare seguendo i passi di don Bosco.

Quest’anno le classi della scuola media hanno iniziato un progetto simile a quello che Don Bosco ha creato lungo il suo percorso scolastico: la Società dell’Allegria. Don Bosco, infatti, ha cominciato a studiare e ad andare a scuola grazie don Calosso, che per Giovanni è stato un importantissimo maestro e amico, ma che purtroppo è morto mentre don Bosco stava ancora continuando gli studi.

Durante gli anni in cui Giovanni Bosco studiò, essendo molto portato per la scuola e essendo più grande dei suoi compagni di classe, proprio lui era diventato un punto di riferimento per questi ultimi che lo vedevano, oltre che come un amico con cui divertirsi, anche una persona a cui chiedere aiuto e consiglio. Basandosi su questo, don Bosco creò la Società dell’Allegria, un gruppo di amici dove nessuno poteva essere lasciato solo, essere triste, preoccupato o infelice e che piano piano crebbe diventando sempre più numeroso.

Ispirandosi a questo i professori hanno quindi deciso di far vivere un’esperienza simile ai ragazzi. Tutte le classi sono state coinvolte in questo progetto, cominciando durante le ore di formazione in cui hanno scritto il loro statuto di classe: delle regole per vivere bene e felici in gruppo, come aveva fatto Giovanni Bosco con i suoi amici, e continuando nell’impegno a rispettarle non solo nelle ore di lezione ma anche negli intervalli, nelle gite, nei ritrovi e in tutte le altre attività extrascolastiche.

Ogni alunno ha firmato lo statuto di classe come segno di partecipazione e rispetto delle regole. Con questo progetto, gli alunni vogliono dare tutto se stessi per diventare più uniti e cooperativi in tutto e per tutto. Per i ragazzi sarà quasi esattamente come essere in una società, ognuno con i propri ruoli, i propri compiti e le proprie responsabilità ma soprattutto gioiosi e felici insieme.

Così, prof. e studenti tutti insieme si sono messi in gioco per costruire la nuova Società dell’Allegria del Don Bosco di Borgomanero!