Venerdì 6 ottobre 2017  la scuola media del Don Bosco ha fatto il pellegrinaggio annuale di inizio anno in uno dei luoghi cari a Don Bosco

Quest’anno si è scelta Chieri! E’ stata un’esperienza fantastica!

Siamo arrivati a scuola molto presto per partire alle 7:20. In pullman i prof. hanno organizzato dei giochi per passare il tempo, quindi, ridendo e scherzando, siamo arrivati a Chieri, per la precisione in una scuola salesiana.

Poi ci siamo spostati al Bar di Giovanni Pianta ,un amico di Don Bosco: un luogo importantissimo per la sua vita, qui infatti Don Bosco passò un anno a lavorare, per pagarsi gli studi. Inoltre qui don Bosco dormì per un anno in uno spazio piccolissimo.

Abbiamo visitato altri luoghi, come la chiesa di sant’Antonio e quella di San Filippo Neri, dove abbiamo visto la sagoma del santo. Davanti alla chiesa di Sant’Antonio Don Bosco fece una cosa pazzesca: di fronte alla chiesa si trovava un saltimbanco che impediva alle persone di andare in chiesa, così Don Bosco si arrabbiò molto e decise di sfidarlo, riuscendo a batterlo non una, non due, ma quattro volte. Il saltimbanco fu costretto ad andarsene, ma don Bosco lo invitò pure a cena.

Dopo abbiamo visitato il Ghetto degli Ebrei dove Giovanni Bosco andava a giocare con un suo amico ebreo: Giona, che Giovanni Bosco fece diventare un cristiano modello. Dopo aver visitato il ghetto abbiamo conosciuto una signora di 99 anni e abbiamo scoperto che era una parente di Giona: quella signora era gentilissima e anche molto simpatica!

E’ stato importantissimo visitare il seminario dove Giovanni Bosco diventò prete.

Infine abbiamo iniziato i giochi della Don Bosco’s cup, poi siamo tornati nella scuola salesiana dove abbiamo preso il pullman per tornare a scuola.

E’ stata proprio una grandiosa giornata. Secondo me, ci ha insegnato una bellissima cosa: se si vuole fare qualcosa, anche se può sembrare impossibile, si può.