Prime impressioni dei ragazzi di terza media alle prese con la tesina.

La tesina è una delle prove cose che spaventano di più gli studenti delle medie. Ogni alunno di terza deve scegliere un tema interdisciplinare a piacere da sviluppare in forma scritta, per poi realizzare una mappa concettuale corredata di immagini da esporre all’esame di licenza media. Si tratta di un lavoro lungo, ma è davvero così terribile?

É quello che si sono chiesti i ragazzi di terza media quando a novembre hanno provato a strutturare la loro tesina ; Il prof. Marco Merlin ha fatto iniziare ai ragazzi della 3B a scrivere la tesina riassunta, che hanno poi tentato di esporre come se fossero all’esame, ma senza professori. Infatti i ragazzi hanno dovuto cercare informazioni attendibili, scrivere un mappa concettuale, preparare una presentazione e poi esporla, tutto da soli, senza quasi nessun aiuto.

Questo progetto è partito il 20 ottobre, con la ricerca di libri in biblioteca. Poi il progetto è continuato scrivendo una mappa concettuale sull’argomento scelto, usando le informazioni dei libri scelti e dei siti sull’argomento. Infine i ragazzi hanno realizzato delle presentazioni con il materiale raccolto.

Secondo me, questo lavoro è stato utile soprattutto per capire quali sono gli argomenti migliori per il tema di una tesina, dato che molti hanno scelto un argomento con poche fonti, oppure con troppe informazioni da esporre in venti minuti.

A giugno ci sarà un’altra prova con la tesina, quella ufficiale, dove si dovrà esporre un argomento con tutte le materie, e dove si dovrà parlare davanti ai professori.

In bocca al lupo, ragazzi!