Una casa dalla lunga storia, sempre all’avanguardia sul futuro, che colleziona appassionati di tutte le età…

E’ il marchio automobilistico più famoso al mondo, il più amato, l’orgoglio italiano nel campo delle autovetture. Le sue auto sono amate in tutto il mondo e chiunque vorrebbe averne un modello. Di chi si tratta? Della mitica Ferrari!

È la più titolata nel Campionato del Mondo di Formula Uno, dove ha conquistato quindici “Titoli Piloti” e sedici “Titoli Costruttori” ed una delle più vincenti nelle competizioni per vetture “Sport Prototipo” e “Gran Turismo”, come il Campionato del Mondo Sport Prototipi, con dodici “Titoli Costruttori” ottenuti, ed il FIA World Endurance Championship, dove detiene tre “Titoli Costruttori GT”. Si è affermata più volte in Classiche Endurance quali la 24 Ore di Le Mans, la 12 Ore di Sebring e la 24 Ore di Daytona, e in gare su tracciato stradale, come la Targa Florio, la Mille Miglia e la Carrera Panamericana.

Il fondatore di questo fantastico marchio è Enzo Anselmo Ferrari, detto “Drake”, e l’azienda ha cominciato la sua attività nel 1947 a Maranello.

ferrarilaferrariL’ultima hypercar, creata nel 2013, è un’evoluzione della Enzo Ferrari (2002), si chiama “LaFerrari”; presentata ufficialmente il 5 marzo 2013 al salone dell’automobile di Ginevra e contemporaneamente su un sito dedicato, è uno dei primi modelli di serie del Cavallino Rampante a incorporare il sistema KERS, che permette di recuperare energia in frenata e in curva da sfruttare poi per avere più potenza motore, portando su una vettura stradale la tecnologia sviluppata dalla casa di Maranello in Formula 1. I 499 esemplari sono già stati tutti venduti prima della sua presentazione ufficiale. Luca Cordero di Montezemolo, alla presentazione de “LaFerrari”, ha dichiarato: «non è una Ferrari, ma “LaFerrari”, la somma di tutto quello che è la nostra azienda. Ed è l’antesignana di ciò che nei prossimi cinque o dieci anni trasferiremo sulle nostre vetture del futuro». Le esperienze derivate dalla F1 hanno consentito di creare una Ferrari quasi perfetta, molto veloce (velocità massima >350km/h) e un’accelerazione bruciante (0-100 km/h: 2,9 sec, 0-200 km/h: 6,8 sec, 0-300 km/h: 15 sec).
Ora per gli appassionati la scheda tecnica:

la vettura monta un motore V12, erogante 800 CV a 9200 giri/min; in aggiunta il sistema di recupero di energia KERS, con gli ulteriori 163 CV sviluppati dal relativo propulsore elettrico, porta la potenza massima a 963 CV e la coppia massima a oltre 900 Nm. Grazie allo schema ibrido, i consumi nel misto sono di 14,2 l/100 km (7,2 km/l), riuscendo inoltre a contenere le emissioni di CO2 a 330 g/km.

Telaio e carrozzeria, con un peso di 1255 kg a secco, sono interamente realizzati in quattro diversi tipi di fibra di carbonio e in kevlar, differenziandosi nelle varie aree adattandosi alle esigenze di rigidità e assorbimento degli urti specifiche di ognuna. Le sospensioni sono a triangoli sovrapposti all’avantreno e di tipo multilink al retrotreno. I freni sono realizzati in materiale composito carboceramico dalla Brembo e la potenza alle ruote posteriori viene gestita attraverso un cambio F1 a doppia frizione a 7 marce.

Monta di serie pneumatici Pirelli PZero, gli pneumatici prestazionali migliori. Ciò la rende la Ferrari stradale più prestazionale mai prodotta.

La versione de “LaFerrari” più prestazionale, ma non omologata per strada, è la Ferrari FXX K. La vettura, prodotta in pochissimi pezzi già assegnati prima della produzione, è destinata a clienti-collaudatori selezionati dalla casa di Maranello, al fine di testare le soluzioni tecnologiche ad essa applicata durante un programma di test dalla durata di due anni. La vettura quindi è esclusivamente volta alla performance ed è utilizzabile solo negli eventi del programma FXX K. Questa Ferrari serve quindi per sviluppare e migliorare soluzioni meccaniche, elettroniche, aerodinamiche e dinamiche derivanti dalle competizioni sostenuti dalla scuderia nei campionati GT, Endurance e Formula 1, senza però i vincoli dati dalle omologazioni.

A mio giudizio, si tratta della maggior casa automobilistica italiana per la costruzione di vetture ad alta prestazione.
E come dice Enzo “La migliore Ferrari è sempre la prossima”. Quindi aspettiamoci qualcosa di grandioso nel futuro.